Seleziona una pagina

Creare un piano marketing efficace che ci permetta di raggiungere nuovi obiettivi è davvero un compito importante per chi guida un’azienda o un reparto Marketing. Grazie alla creazione e stesura del piano marketing, andremo a far emergere la giusta strategia da seguire, e da condividere con il proprio team di marketing.

Cominciamo a pensare alla nostra azienda, e all’importanza di conoscere come creare un piano marketing: alla fine della stesura avremo un piano che guida le campagne social e di advertising, il raggiungimento degli obiettivi di business e non per ultimo la crescita e la consapevolezza del proprio team di lavoro.

E se decidessimo di non imparare come creare un piano marketing ad hoc per la nostra azienda? Ci diventerebbe difficile governare i processi, definire i budget e progettualità, le  collaborazioni, e gli strumenti di cui avremo bisogno.

Tieni presente che per conoscere come creare un piano marketing vincente, avremo bisogno di avere le idee chiare sugli obiettivi che abbiamo prefissato per la nostra azienda: in base a questi ultimi andremo a stabilire quali di questi sono raggiungibili nel breve periodo, quali nel medio e, da lungimiranti, quali obiettivi andranno ad essere studiati e raggiunti nel lungo periodo.

Cominciamo quindi dall’elencare i punti di cui un piano marketing è composto:

  • Obiettivi ben definiti, che siano realizzabili
  • Strategia ed ecosistema che ci permettano di raggiungere gli obiettivi nei diversi periodi
  • le attività che permetteranno la messa in opera delle strategie
  • Uno studio puntiglioso delle kpi in ogni fase della strategia

Cominciamo con gli obbiettivi

Il primo passo nell’imparare come creare un piano marketing su misura per la tua azienda parte inevitabilmente dagli obiettivi. Questo passo ci permette di evitare di pensare che tutto ciò che andremo a mettere in piedi abbia come fine ultimo il massimizzare l’acquisizione di nuovi clienti. Nonostante sia essenziale per ogni azienda avere nuovi clienti tutti i giorni, ridurre un anno di lavoro a tale scopo è riduttivo.

La difficoltà è far combaciare gli obiettivi della nostra azienda con gli obiettivi che andremo ad analizzare inerenti il percorso di acquisizione del nostro cliente.

Definiamo quindi obiettivi che tengano conto e consolidino il rapporto che duramente abbiamo creato con i nostri clienti attuali, che vadano a riconquistare i clienti persi, e che ci permettano di entrare in contatto con nuovi clienti. Tra gli obiettivi quindi ci deve essere la brand awareness, ottenibile con un giusto piano editoriale studiato sulla base dello studio del nostro avatar o cliente ideale.

Ma cosa stiamo ponendo dinanzi al mercato,  prodotti o servizi?

Dato che stiamo imparando come creare un piano marketing, teniamo a mente che gli obiettivi dovranno essere ben distinti tra il lancio di un nuovo prodotto o la proposta sul mercato di un nuovo servizio.  Definiamo quindi obiettivi specifici, e poniamoli quindi in pasto alla strategia, e creiamo uno screening KPI che misuri i risultati per ogni obiettivo.

CONSIGLIO: Nella definizione degli obiettivi teniamo in mente quest’acronimo: S.M.A.R.T.


Specific, measurable, accepted, realistic, timely ossia specifico, misurabile, riconosciuto, realistico e scadenzabile.

E se non riusciamo a definire gli obiettivi ? Allora dobbiamo andare a ritroso, e nello scoprire come creare un piano marketing aggiungiamo un altro tassello indispensabile: la matrice SWOT.

Questa matrice, fatta proprio pensando alla nostra azienda, ci aiuta ad identificare i PDF (punti di forza) odierni, le debolezze odierne, le opportunità future e le minacce future che andremo ad affrontare nel prossimo anno. Impariamo quindi a scriverla ponendoci le giuste domande:

  • Strength: quali sono i punti di forza della nostra azienda? Quanto ed in cosa ci differenziamo dai competitors?
  • Weakness: in cosa, la nostra azienda ha necessità di migliorare?
  • Opportunities: quali sono le opportunità presenti sul mercato prescelto?
  • Threats: quali invece sono le minacce che possono arrivate da fattori esterni? Queste ultime vanno individuate analizzando i competitor e la situazione socio economica attuale, e cercando di prevedere quella futura.

Una volta che abbiamo terminato di rispondere a queste domande, è il momento delle valutazioni: i fattori positivi sono superiori ai negativi. In caso positivo benissimo, mettiamoci subito a studiare i nostri obiettivi! in caso negativo, sarebbe opportuno rivedere il posizionamento aziendale in modo da cogliere le reali opportunità presenti sul mercato.

Richiedi Ora la Tua Consulenza GRATUITA Con un Nostro Esperto per Realizzare il Tuo Sistema di Marketing Efficace

Strategia ed ecosistema

Studiando come creare un piano marketing vincente è necessario parlare di strategia ed ecosistema.

Facciamo chiarezza, cosa è la strategia? Consiste nel modus che andremo ad adoperare in azienda per raggiungere gli obiettivi. Andiamo quindi a studiare:

  • Avatar: Qual’ è il cliente ideale che vogliamo raggiungere? Immaginiamo quindi i suoi dati demografici, le abitudini di acquisto, ed il suo comportamento giornaliero ed a lungo termine.
  • Il micro posizionamento: prendiamo la nostra azienda e pensiamo ai suoi prodotti o servizi, quale di questi stiamo proponendo sul mercato? Ebbene si, dovremo creare un ecosistema che ponga l’attenzione e la specificità ad ognuno dei nostri prodotti o servizi.
  • 4P o 6C? Definiamo ora il marketing mix idoneo, incrociamo quindi le 4P prodotto, prezzo, promozione e punto vendita (distribuzione) con le 6C consumatore, costo, convenienza, contenuto, comunicazione, comunità. Dal marketing product oriented a quello customer oriented, creando il glusto blend ed ottimizzando i risultati.

Attività da svolgere

Il nostro percorso sul come creare un piano marketing sta arrivando al termine, ci siamo quasi! Ora è il momento di stabilire quali attività andremo a svolgere, chi dovrà compierle ed in che tempistica.


Decidi quindi:

Chi abbiamo deciso compia l’attivita?
Come verrà svolta? Utilizzando quale strumento?
Quando verrà pianificata e quanto durerà?

anche se in pianificazione abbiamo inserito un anno di attività, segniamoci dei periodi intermedi di controllo così da fare il check dell’andamento del nostro piano marketing.

Analizziamo le KPI

il nostro studio su come creare un piano marketing è giunto al termine, è ora giunta l’ultima fase, forse la più importante: dobbiamo stabilire le KPI (indicatori di performance) che ci permetteranno di monitorare la nostra strategia, e di ottimizzarla qualora fosse necessario.

Ricordiamoci che dobbiamo definire kpi chiare ed identificabili suddivise nei tre periodi.

Ora che conosciamo come creare un piano marketing vincente, è il momento di metterci all’opera subito in modo da avere le idee ben chiare ed una mappa da seguire.

Buona pianificazione

Richiedi Ora la Tua Consulenza GRATUITA Con un Nostro Esperto per Realizzare il Tuo Sistema di Marketing Efficace
%%title%% %%page%% %%sep%% ultima modifica: 2021-01-07T15:12:05+01:00 Creare un piano marketing efficace che ci permetta di raggiungere obiettivi è davvero un compito importante...leggi per svolgerlo al meglio da Alfonso Cavallo
The following two tabs change content below.

Alfonso Cavallo

Coach presso Funnel Company specializzato in Facebook Advertising e Copy persuasivo. Appassionato di tennis e creatore di relazioni con il pubblico.