Seleziona una pagina

Siamo nell’era digitale. Non solo. Ci troviamo in una fase di transizione forse permanente verso le comunicazioni digitali, con una maggiore quantità di lavoro a distanza. Rendere felici i collaboratori sul lavoro diventa (o sembra essere diventato) difficile.

Riunioni su Zoom, eventi in streaming, comunicazioni su whatsapp, centinaia di email… ognuno nel suo spazio, spesso da casa propria, con un ritmo di lavoro accelerato. Ora più che mai non è mai stato così importante dimostrare alle persone con cui lavoriamo che le rispettiamo e le apprezziamo. Anche a distanza. Soprattutto a distanza.

In questo contesto, valorizzare il proprio staff significa essere più sensibili al tempo e alle esigenze delle persone, leggere con cura e attenzione le loro comunicazioni digitali e rispettarle, il tutto senza fretta.

Ecco quattro semplici modi per rendere felici i collaboratori sul lavoro, mostrando loro che li apprezzi.

  1. Leggi attentamente

Invece di ascoltare mentre gli altri condividono le loro idee, ora le leggiamo spesso in un’email o attraverso un altro mezzo digitale.

Il problema è che capiamo meno quando leggiamo su uno schermo di quanto facciamo quando leggiamo su carta. Dedichiamo meno tempo alla lettura di un passaggio sullo schermo, ci passiamo sopra senza prestarci la dovuta attenzione (siamo letteralmente bombardati da email!!!), tendiamo a “sfogliare” rapidamente la lista delle email e non ci soffermiamo più di tanto sul loro contenuto e significato. 

Uno dei motivi principali per cui leggiamo così male online è che in genere ci muoviamo alla velocità della luce. Invece di prenderci il tempo di esaminare attentamente i messaggi, li attraversiamo di corsa verso un traguardo indeterminato.

Il nostro bisogno di velocità operativa e di produzione porta a scambi superficiali. La domanda è: “Ma siamo davvero così impegnati come pensiamo di essere?”

Il punto è che anche se sei troppo occupato per rispondere subito dalle persone, ci sono tanti modi per dimostrare loro che non le stai ignorando, per rendere felici i tuoi collaboratori. Puoi inviare loro una breve nota (ad esempio, OK!) per far loro sapere che hai ricevuto la loro email e che, se hanno bisogno, tu ci sei; oppure potresti anche fornire una stima approssimativa di quando sarai in grado di rispondere in modo più costruito.

L’obiettivo è quello di dimostrare che hai DAVVERO letto i messaggi, affrontando i punti rilevanti della loro comunicazione e rispondendo alle loro domande (almeno a quelle più urgenti).

In fondo… se l’email è stata scritta un motivo ci sarà.

Richiedi Ora la Tua Consulenza GRATUITA Con un Nostro Esperto per Realizzare il Tuo Sistema di Marketing Efficace

  1. Scrivi chiaramente

Scrivere bene è un segno di rispetto.

Sii quindi consapevole di scrivere chiaramente e soprattutto non aver paura di porre domande chiarificatrici in anticipo. Una domanda chiarificatrice è meno imbarazzante e richiede tempo rispetto a un prodotto di lavoro scadente causato da linee guida poco chiare.

Molte volte, un’email interpretata erroneamente è semplicemente il risultato di una grammatica scorretta o di una punteggiatura fuorviante. La soluzione è semplice: rileggi e correggi le tue email. Comunicazioni chiare e non ambigue aiuteranno le persone a prendere sul serio ciò che scrivi… e rendere felici i collaboratori vuol dire anche dimostrare loro che pensi prima di scrivere loro qualcosa.

Se hai appena ricevuto un messaggio o un’email vaga o confusa… non aver paura di chiedere una conversazione telefonica o, se possibile, un video o un incontro di persona. Dimostri così rispetto e interesse. Con così tante piattaforme digitali a nostra disposizione, il rischio è di farci trascinare dal flusso online… perdendo di vista l’umanità che, comunque, resta sempre la miglior comunicazione possibile!

Prenditi il tempo che serve e cerca di far passare chiaramente la tua comunicazione, mettendoti nei panni di chi la riceve, chiedendoti se sei stato abbastanza chiaro e se il tono che hai usato è corretto e adeguato.

  1. (Ri)conosci tutti i presenti

Ogni volta che ospiti riunioni digitali, prova a chiedere ai partecipanti remoti di guidare parti dell’agenda. In questo modo tutti i partecipanti si sentono apprezzati e coinvolti. Inoltre si ha la possibilità di conoscere i nomi, i volti e gli stili di presentazione degli altri. In questo caso preparati pianificando una discussione basata sul materiale che invii uno o due giorni prima dell’incontro.

Quando tieni una riunione o un seminario in cui alcuni membri sono con te e altri sono online, ricorda alle persone nella stanza che non sono le uniche a partecipare.

Durante i seminari in diretta (dove alcuni partecipanti sono nella stanza con te e altri stanno guardando online), inizia le tue domande e risposte chiedendo ai partecipanti virtuali di condividere prima le loro domande, ricordando alle persone nella stanza che sono non gli unici a partecipare al workshop. Se tu e altri siete online, ricordate alle persone nella stanza che non sono gli unici a partecipare.

Ciò coinvolgerà tutti i partecipanti e attenuerà la sensazione di distacco e di distanza di coloro che stanno presenziando “da remoto”… rendere felici i collaboratori da remoto si può!

  1. Tieni alta la motivazione
  • Assumiti la responsabilità di ciò che succede in azienda

Sembrerà strano, ma tutto parte proprio da te. Non hai mai pensato che magari qualcosa è fatta male perchè tu non hai mai prestato attenzione su come venisse fatta? O non hai spiegato come volevi che fosse fatta? E allo stesso tempo pensando a ciò che funziona in azienda, non è perchè forse tu per primo arrivi in ufficio col sorriso sulle labbra salutando tutti? O magari hai delegato in maniera efficace e quindi le cose vengono fatte proprio come vuoi tu?

Questo è il punto di partenza per motivare il personale, prendersi la responsabilità del loro benessere e del loro operato e rendere felici i collaboratori.

  • Condividi gli obiettivi aziendali con il tuo team

Tu, in quanto imprenditore o manager, sai quali sono i tuoi obiettivi e quali sono i passi che devi compiere per raggiungerli… ma chi ti sta intorno (e che dovrebbe aiutarti nel perseguirli) li conosce? Sicuro?

Quindi per motivare il personale e rendere felici i collaboratori devi fargli vedere che i loro obiettivi personali sono utili al raggiungimento dell’obiettivo aziendale e pertanto col loro lavoro ti aiuteranno al loro conseguimento.

  • Non considerare i collaboratori come numeri, ma come persone… e trattali come tali

Soprattutto nelle grandi aziende capita spesso che le persone siano dei numeri e in quanto tali hanno dei risultati da produrre, spesso non tutti si conoscono, né tanto meno si salutano, magari tu sei il primo che quando entra in azienda va dritto nel suo ufficio con il cellulare attaccato all’orecchio senza rivolgere lo sguardo a nessuno, senza dire un “Buongiorno” o un “Com’è andato il weekend?”.

​​In base ad alcuni sondaggi le persone preferiscono lavorare in un ambiente confortevole e con un buon clima di gruppo guadagnando meno, rispetto ad un lavoro in un ambiente ostile anche se ben pagato. In effetti se ci pensi, al lavoro passi la maggior parte della tua giornata… se non ti trovi bene, alla prima occasione lo lasci per altro. Se capisci come rendere felici i collaboratori loro ti saranno molto più fedeli e “attaccate alla maglia”.

Se fai sentire le persone come tali queste sono ben disposte ad aiutarti. Per motivare il personale devi far sentire ogni individuo parte del gruppo e a lavorare per il bene dello stesso.

  • Coinvolgi il tuo team nelle decisioni

Coinvolgere i membri del gruppo nelle decisioni aiuta, perchè da un lato le persone si sentono importanti e degne di considerazione e dall’altro possono fornire contributi preziosi proponendoti soluzioni a cui tu non avevi pensato. Non importa se le idee poi vengono concretizzate o no… i collaboratori chiedono solo di essere coinvolti, soprattutto nelle decisioni che li riguardano. Per rendere felici i collaboratori spesso basta poco, ma è proprio quel “poco” che fa la vera differenza.

  • Mostra apprezzamento per il lavoro svolto

Fa sempre piacere ricevere una pacca sulla spalla, soprattutto quando hai fatto qualcosa di buono anche se usciva dai confini del tuo ruolo oppure quando hai fatto qualcosa in maniera eccelsa.

Ritagliati dei momenti per fare degli apprezzamenti sul lavoro dei tuoi collaboratori e soprattutto fallo davanti a tutti. Perchè da un lato la persona che riceverà il complimenti si sentirà apprezzata e allo stesso tempo gli altri desidereranno ricevere lo stesso tipo di riconoscimento e verranno spronati al massimo per il raggiungimento di questo obiettivo

Ora fermati 5 minuti, pensa a quanto hai appena letto e chiediti se stai facendo di tutto per rendere felici i tuoi collaboratori.

Richiedi Ora la Tua Consulenza GRATUITA Con un Nostro Esperto per Realizzare il Tuo Sistema di Marketing Efficace
%%title%% %%page%% %%sep%% ultima modifica: 2021-10-07T15:24:04+01:00 Non è facile rendere felici i collaboratori ma abbiamo preparato questi 4 rapidi consigli per tenerli sempre motivati e produttivi...leggi ora da Cavina Valentina
The following two tabs change content below.

Cavina Valentina

Coach presso Funnel Company specializzata in Posizionamento, appassionata di nuoto, immersioni, fotografia e viaggi.